I software per l’Electronic Data Interchange (EDI) sono nati come strumento per i rivenditori, per poi diventare un modo per produttori e fornitori di accelerare il processo di elaborazione dell’ordine.

La continua crescita dell’e-commerce sta rendendo sempre più necessario questo collegamento snello tra rivenditore e fornitore. Ad esempio si prevede una crescita del mercato dell’e-commerce nel settore dell’abbigliamento da circa 256 miliardi di dollari nel 2015 a quasi 470 miliardi nel 2020. Quello dell’elettronica di consumo è destinato a crescere da 247 miliardi di dollari a quasi 400 miliardi di dollari nello stesso periodo di tempo.

Man mano che l’e-commerce cresce e un sempre maggior numero di consumatori effettua i propri acquisti online, rivenditori e fornitori dovranno lavorare più che mai a stretto contatto.

L’EDI Omnichannel potrebbe essere la soluzione per snellire i processi tra diverse piattaforme d’ordine, come smartphone, tablet e computer.

I benefici dei software EDI

Per molto tempo l’EDI ha portato benefici più ai rivenditori e alle grandi imprese che ai fornitori, che vedevano l’EDI come un peso o un costo. Ora però i produttori e i distributori possono godere degli stessi benefici che l’EDI porta ai rivenditori, poiché permette di ottimizzare le operazioni e accelerare l’elaborazione degli ordini. Il software permette di prendere un'attività che potrebbe costare all’azienda 20$ e di ridurre il costo a circa 20 centesimi, consentendo di operare meglio, più velocemente e senza errori.

Inoltre ora i rivenditori con iniziative omnichannel cominciano a guardare ad aspetti come l’evasione degli ordini in-store, cercando di snellire questi processi cercando i prodotti più vicini al cliente e evadendo e spedendo l’ordine il giorno stesso o ottimizzando le operazioni di pick-up in negozio. Invece di spedire a centri di distribuzione, ai fornitori potrebbe essere richiesto di spedire ad un negozio o al consumatore.

Come sta evolvendo il mercato dell’e-commerce

Quello che abbiamo visto nel 2015 con la crescita dell'e-commerce è la conferma di un trend, non una nuova tendenza.

Quando si comincia a vedere una tale trasformazione in questo mercato e come le persone si stanno muovendo verso l'e-commerce, accelerare l'elaborazione degli ordini diventa una componente critica per l’omnichannel. Attraverso l’EDI (che collega rivenditori e fornitori), un ordine può essere spedito entro minuti o ore dalla trasmissione dell’ordine se si elimina la carta automatizzando quel processo.

Perché l’e-commerce abbia successo, ogni ordine deve essere consegnato il prima possibile. Quello a cui assisteremo sarà un aumento dell’evasione degli ordini direttamente in negozio e il pick-up della merce direttamente dai punti vendita: il prodotto sarà consegnato dal negozio più vicino.

Che impatto potrà avere la crescita dell’e-commerce sui produttori?

Man mano che i rivenditori comincieranno a promuovere sempre più iniziative per fornire la consegna il giorno stesso e il ritiro in negozio, avranno bisogno anche di ottimizzare le proprie supply chain e lavorare a stretto contatto con i fornitori. Produttori e distributori dovranno fornire risposte con la medesima tempestività

L’EDI in questo ha un ruolo importante, poiché permette di trasmettere l’ordine in pochi secondi. Produttori, distributori e fornitori si stanno preparando a questa evoluzione.

 

Station è in grado di lavorare in entrambe le direzioni di gestione di un flusso EDI, in codifica oppure in decodifica e può censire diversi tipi di standard EDI (EURITMO, EDIFACT, ODETTE, ecc.). Scopri di più nella sezione dedicata!

 


Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare l'esperienza dell'utente ed il sito. Chiudendo questo messaggio accetti il loro uso. Per saperne di più leggi la nostra Privacy Policy.